Il disperso di Marburg

Il disperso di Marburg Nella primavera del un militare tedesco usciva a cavallo tutte le mattine dalla sua caserma in provincia di Cuneo e girava per le campagne parlava coi bambini offriva sigari ai contadini La legge

  • Title: Il disperso di Marburg
  • Author: Nuto Revelli
  • ISBN: 9788806133658
  • Page: 130
  • Format: Paperback
  • Nella primavera del 44 un militare tedesco usciva a cavallo tutte le mattine dalla sua caserma in provincia di Cuneo e girava per le campagne, parlava coi bambini, offriva sigari ai contadini La leggenda del tedesco buono viene per la prima volta alle orecchie di Nuto Revelli negli anni Settanta e poi, per lungo tempo, lavora nella sua coscienza Chi era questo cavaliNella primavera del 44 un militare tedesco usciva a cavallo tutte le mattine dalla sua caserma in provincia di Cuneo e girava per le campagne, parlava coi bambini, offriva sigari ai contadini La leggenda del tedesco buono viene per la prima volta alle orecchie di Nuto Revelli negli anni Settanta e poi, per lungo tempo, lavora nella sua coscienza Chi era questo cavaliere solitario E come fin la sua storia A un certo punto Revelli sente di dover iniziare una ricerca vera e propria e prende a battere a tappeto le fonti orali incontra tutti quelli che possono rievocare, ne vince con pazienza le piccole e grandi reticenze, tira le fila dei lacunosi ricordi Il primo quadro che ne ottiene contrastante Era un ufficiale Avr avuto vent anni No, forse quaranta Fu ucciso dai partigiani Oppure da un gruppo di sbandati Era tedesco, o ucraino, o polacco, o addirittura cecoslovacco Inizia anche la ricerca documentaria Revelli riesce a mettere in movimento gli archivi militari in Germania, e a poco a poco il puzzle prende forma Il disperso alla fine, dopo otto anni di ricerche ossessive, avr un nome, un cognome, un battaglione, una famiglia, un passato Ma quando il nemico acquista un identit diventa un po meno nemico Pi Revelli scava nella storia del cavaliere solitario e pi l immagine che si forma assomiglia alla propria riflessa allo specchio Tutta l indagine parte e si snoda su un latente, indistinto turbamento l angoscia non sopita per le rappresaglie naziste, gli interrogativi sull atteggiamento autentico della popolazione contadina, e la possibilit che ci fosse un tedesco buono , comunque un nemico che a poco a poco si sente affine, con esperienze simili alle proprie Il valore dell esperienza partigiana e la convinzione di essere stato dalla parte giusta non vengono meno, ma l insulsa morte di quel nemico diventa metafora di una tragedia collettiva comunque assurda Dell assurdit , forse, di tutte le guerre.

    • [E-Book] ↠ Unlimited ↠ Il disperso di Marburg : by Nuto Revelli ↠
      Nuto Revelli

    About Author

    1. Nuto Revelli Is a well-known author, some of his books are a fascination for readers like in the Il disperso di Marburg book, this is one of the most wanted Nuto Revelli author readers around the world.

    One thought on “Il disperso di Marburg

    1. Per una come me, che non sa cos la guerra, che provengo da un paese il quale non hamai avuto a che Un libro interessante principalmente per una brasiliana come me che di guerre sa solo quello insegnato sui banchi di scuola.


    2. Promises not kept.I was expecting by this book.Its Magris esque title Its author whom I really respected as a historian Its setting during WWII in Piedmont Pavese, Primo Levi, Vassalli.The whole idea of writing about memories, seeking for memories, recovering them while starting from a minor episode of those turbulent days looked great to me Because those were the days in which the disappearance of a single man and a German was scarcely important, almost unnoticed.What happened to the Vanished [...]


    3. Il disperso di Marburg isn t one of Revelli s great books which are Il mondo dei vinti, La strada del davai, L anello forte, and maybe La guerra dei poveri , but it makes a good introduction to his work It s simply a straightforward investigation into the killing of an enemy soldier in the vicinity of Cuneo in the last year of the Second World War.Unlike so many celebrated writers, Revelli is not a literary virtuoso, and it s in part for their very simplicity that I find his books, including pa [...]


    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *